You need to upgrade your Flash Player to version 10 or newer.

Didattica

Per programmazione si intende l’elaborazione di un curricolo che, in un’ottica di formazione globale, espliciti le varie fasi del progetto educativo tenendo conto sia delle reali condizioni sociali, culturali, ambientali in cui si opera, sia delle risorse disponibili.

Programmazione e curricolo consentono, quindi, la pianificazione di un percorso flessibile e differenziato a seconda dei bisogni degli allievi.

A tal fine il Collegio dei Docenti ha elaborato un “Curricolo d’Istituto”, approfondito lavoro di confronto e riflessione, sotto la guida del prof. Dodman. Tale documento costituisce l’insieme delle scelte didattiche di questa Istituzione scolastica, descrive e organizza gli elementi essenziali dell’intero progetto formativo, costruito tenendo presente da un lato le finalità nazionali, dall’altro la realtà concreta della Scuola, costituita dalle sue risorse professionali e materiali, dai bisogni degli allievi e dal contesto socioculturale.

La costruzione del curricolo ha previsto:

  • l’analisi della situazione iniziale;
  • la definizione
    • di obiettivi generali di tipo pedagogico;
    • di obiettivi disciplinari efficaci alla formazione e all’apprendimento dell’alunno;
  • la selezione dei contenuti tenendo presenti le esperienze e le competenze già maturate dai bambini;
  • la selezione delle metodologie e delle strategie;
  • la ricerca di procedure di verifica e di valutazione.

La programmazione dell’intervento educativo deve tener conto in primo luogo delle esigenze formative degli alunni che nella Scuola dell’Infanzia attengono principalmente i seguenti bisogni:

  • rafforzamento dell’identità personale, corporea, intellettuale, psico-dinamica;
  • conquista della propria autonomia intesa come capacità di orientarsi e di compiere scelte autonome in contesti diversi;
  • sviluppo e consolidamento delle abilità sensoriali, percettive, motorie, linguistiche ed intellettive;
  • sviluppo della capacità di riorganizzazione dell’esperienza, di esplorazione e della ricostruzione della realtà;

Nella Scuola Primaria fanno riferimento alla necessità di:

  • sviluppare rapporti e relazioni interpersonali adeguati;
  • integrare il curricolo tradizionale con attività che promuovano la pratica dei linguaggi diversificati;
  • disporre di adeguati momenti e spazi dedicati all’attività fisica, motoria e sportiva;
  • disporre di momenti specifici per l’attività individualizzata e di recupero;
  • praticare un primo approccio significativo alle tecnologie informatiche;
  • entrare in contatto con una seconda lingua;
  • maturare un’adeguata conoscenza del territorio.

Nella Scuola Secondaria di primo grado sono così individuabili:

  • acquisire capacità di autocontrollo e adeguamento del comportamento a situazioni diverse;
  • consolidare il senso di responsabilità rispetto al lavoro scolastico;
  • consolidare le capacità di stabilire rapporti sociali e affettivi al di fuori dell’ambito familiare;
  • consolidare la capacità di utilizzare i linguaggi specifici;
  • acquisire la capacità di formulare un progetto di lavoro;
  • consolidare la capacità di utilizzare fonti d’informazione;
  • conseguire requisiti cognitivi indispensabili per l’accesso alla Scuola Media Superiore;
  • orientamento alla scelta scolastica futura;
  • praticare momenti di operatività, mediante l’organizzazione di laboratori, anche con il contributo di operatori esterni;
  • acquisire e consolidare schemi motori;
  • maturare un’adeguata conoscenza del territorio.

La programmazione dell’intervento didattico si realizza secondo le seguenti modalità:

  • Scuola dell’Infanzia. All’inizio dell’anno scolastico il Collegio dei Docenti elabora una programmazione educativa che contiene le scelte didattiche e organizzative e i criteri di utilizzazione delle risorse;
  • Scuola Primaria. Tutti le insegnanti programmano con cadenza settimanale. Periodicamente le insegnanti delle classi parallele si incontrano per discutere le difficoltà rilevate al fine di uniformare modalità e strumenti della programmazione-valutazione;
  • Scuola Secondaria di primo grado. La programmazione e la valutazione dell’intervento didattico avvengono all’interno di ogni singolo consiglio di classe.